Bravo Probiotic e l'autismo

Numerose alterazioni gastrointestinali sono state riportate in un consistente numero di bambini affetti da disordini dello spettro autistico (Gastroenterol Res Pract2011;2011:161358. doi: 10.1155/2011/161358).
Una attivazione delle risposte immunitarie associate alle mucose e la presenza di un microbioma intestinale alterato sono eventi ripetutamente osservati in questi bambini.

Nei bambini affetti da autismo, la presenza di disfunzioni gastrointestinali è spesso associata con un aumento di irritabilità, aggressività e disturbi del sonno.

I probiotici sono in grado di influenzare sia il  microbioma che la funzionalità della barriera intestinale; la somministrazione di probiotici presenti nei prodotti fermentati del latte per indurre variazioni del microbioma si associa ad una riduzione dei processi infiammatori, ripristina la barriera intestinale e migliora la sintomatologia comportamentale associata all’autismo.